martedì 7 giugno 2011

A proposito de "Il sangue del tiranno": ultimi echi (5,d)


“E dobbiamo lavarci di codesta macchia col sangue del tiranno: impugniamo le armi contro di lui e se ci verranno meno le forze, il che avvenir non può, suicidiamoci” (Eugenio Floritta, “Fatti storici e contemporanei”)

“Certo se d'Helle al varco inclita gloria / Giammai l'invita, l'usurpato impero / Godrà nel sangue del Tiranno estinto” (Gabriello Chiabrera, “Rime”)

“La patria Sollevare dal suo letto di morte, / Le sue piaghe lavar con tutto il sangue / Del tiranno e col mio!” (Silvio Pellico)

“Giuriam, giuriam di spargere / Il sangue del tiranno; / Giuriam che i figli avranno / La nostra libertà” (Cesare Cantù)

Nessun commento: