mercoledì 29 febbraio 2012

"Le larve" su "Libri consigliati"


Maria Grazia Piemontese, che già ha scritto bene di "Rapsodia su un solo tema" e de "Il sangue del tiranno", inserisce il mio secondo romanzo, "Le larve" (Pendragon, 2008), tra i libri consigliati dell'omonima rivista online. Nel pezzo, Maria Grazia sottolinea l'impronta gotica e orrorifica del romanzo, descrive il disagio (e anche il raccapriccio) del lettore dinanzi alla precisione con cui sono descritti gli aspetti più ripugnanti del reale e alla componente diciamo pulsionale e bestiale dei personaggi. La sua bella recensione si può leggere in http://www.libriconsigliati.it/le-larve-claudio-morandini/.
"Il regresso a una vitalità bruta si ripercuote sulle donne. Nobili o sguattere che siano, le presenze femminili sono solo strumenti nelle mani degli uomini che si aggirano a palazzo. Anche quando il padre padrone muore, la sua essenza aleggia nei corridoi come nelle stanze, parla attraverso un cupo ritratto che campeggia all’ingresso, pare dirigere pensieri, istinti e azioni di chi è ancora in vita. Chi sopravvive ha ereditato la cattiveria del capostipite e sa esercitarla per conquistare potere e rispetto; chi soccombe viene dominato dalla pazzia. E mentre le serva stuprata sconta il suo tormento incatenata in una stanza dimenticata del palazzo in attesa del suo assassino, l’erede diretto del vecchio padrone accenna a una ridicola reazione solo alla morte del padre, solo dopo innumerevoli umiliazioni, vedendo la salvezza in un manipolo di uomini devoti al demonio."
http://www.libriconsigliati.it/le-larve-claudio-morandini/

Nessun commento: