lunedì 2 aprile 2012

Interviste sul romanzo storico: l'idea


Di recente, partendo inevitabilmente da "I promessi sposi", ho tentato di approfondire con i miei alunni di seconda (insegno al Liceo Scientifico di Aosta) il tema del romanzo storico. Che cosa abbia rappresentato questo genere nell'Ottocento è chiaro, e non è questo il momento di ripercorrerne le tappe. Più interessante è scoprire (qui mi metto nei panni dei miei alunni) che il romanzo storico sta mostrando ancora in questi anni una buona vitalità, basta entrare in una libreria per accorgersene. Anzi, dopo un periodo di relativa crisi editoriale, ormai dimenticato, ha riguadagnato da tempo la fiducia degli editori e conquistato l'affezione di numerosi lettori. Così, ci è venuta l'idea (a me e alla mia seconda) di stilare una breve lista di domande da rivolgere agli scrittori che oggi si dedicano a questo genere. Le domande sono trascritte qui di seguito. Le risposte degli amici scrittori saranno riportate nei prossimi post.

1 - Qual è secondo te l'epoca più interessante per l'ambientazione di un romanzo storico?
2 - Che cosa non dovrebbe essere un romanzo storico?
3 - Perché scrivere ancora oggi romanzi storici?
4 - Attraverso quali fasi passa la scrittura di un romanzo storico?
5 - Come ti documenti per la stesura di un romanzo storico?

Si parte.

Nessun commento: