sabato 14 luglio 2012

"A gran giornate": altri ringraziamenti


Ci sono altri amici da ringraziare, per “A gran giornate”, oltre a Marco Nardini e lo staff delle Edizioni La Linea: per esempio Guido Conterio, con cui da anni mi confronto su scrittura e letteratura (il mio quinto romanzo, en passant, presenta alcune intense sintonie di temi e stile con i suoi libri);  Stéphanie Hochet, che con i suoi romanzi ha sempre offerto un modello di libertà e di rigore; naturalmente Fabiana Piersanti, una travolgente animatrice culturale, oltre che un’amica di gusto raro; o ancora, Riccardo Mantelli, le cui derive e voraci esplorazioni degli spazi (oltre a qualche briciola aneddotica) hanno influito sull’impianto del romanzo; e anche Luca Dipierro, un altro artista con il cui mondo immaginario sento affinità sin dai tempi di “Nora e le ombre”, per cui Luca aveva creato un bellissimo video (oggi Luca sta lavorando a un nuovo piccolo video animato, traendo ispirazione da personaggi e situazioni di “A gran giornate”); e Marilisa, che è la mia prima lettrice, sempre.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Sono io che ringrazio Te.
F