lunedì 7 gennaio 2013

"A gran giornate" ancora sul "Paradiso degli Orchi"

Domenico Calcaterra, nella recensione dedicata all'ultimo romanzo di Gaetano Cappelli  pubblicata oggi su "Il paradiso degli orchi"(http://www.paradisodegliorchi.com/), cita il mio "A gran giornate" tra gli esempi "virtuosi" di connubio tra equilibrio, controllo e "svolazzo della penna". 
"Penso, per dirne una, all'ottimo esordio di Fabrizio Ottaviani con La gallina (Marsilio, 2011), una farsa tanto assurda quanto minimalista, con la quale ci regala un nitido esempio di come non sia indispensabile suonare la grancassa, bastando pochi accordi a innescare un meccanismo narrativo davvero esplosivo. Oppure, scivolando dalla farsa ai pupi di un osceno teatrino tragicomico, si pensi agli spettacoli di varietà manicomiale orchestrati da due narratori raffinati e visionari come il Permunian de La Casa del Sollievo Mentale (Nutrimenti, 2011) o il Morandini del più recente A gran giornate (La Linea, 2012)."

http://www.paradisodegliorchi.com/Romanzo-irresistibile-della-mia-vita-vera-raccontata-fin-quasi-negli-ultimi-e-piu-straordinari-svilu.26+M5b54aa8b5ee.0.html

Nessun commento: