martedì 24 maggio 2016

"Neve, cane, piede" sui blog letterari.

Gaia Tarini scrive di Neve, cane, piede su http://barta.it.
«Morandini scrive con falsa semplicità una storia terribile, che si legge con la fame di chi vuol capire quanto in fondo possano arrivare gli uomini, quelli che sopravvivono e quelli che invece lasciano il passo. Tutto si tiene in piedi in una squisita atmosfera di credibilità e di terrore insieme, fino al temuto epilogo.»

Sul blog Il giro del mondo attraverso i libri si parla di Neve, cane, piede, di cui si coglie il lato fiabesco: «è un romanzo per chi apprezza gli scenari alpini e per chi vuole sentirsi narrare una storia che ha quasi il sapore di una fiaba».

Sul suo blog, Elena Ponzetti racconta la sua esperienza di lettrice alle prese con Neve, cane, piede e trascrive una breve conversazione telefonica avuta per la stesura di un articolo per La Vallée Notizie di Aosta.
Scrive tra l'altro Elena: «mentre si cerca di scavare nell’emotività di Adelmo per tirarne fuori i tratti distintivi e la personalità che l’uomo sembra quasi voler nascondere, in verità ci viene rivelato qualcosa di noi stessi ed è proprio questa particolarità ad avermi colpito e a rendere il romanzo così delicato e genuino, seppur la storia narri un uomo burbero e solitario».


Nessun commento: