mercoledì 31 agosto 2011

"Rapsodia su un solo tema": la recensione su "Retroguardia 2.0"

Dalla bella recensione firmata da Francesco Sasso apparsa oggi su http://retroguardia2.wordpress.com riprendo le ultime righe.

Rapsodia su un solo tema. Colloqui con Rafail Dvoinikov è un romanzo a sfondo storico in forma di diario con inserimenti di pagine di saggio, di verbali di interrogazione, trascrizioni di pamphlet settecentesco. La linea narrativa si frastaglia di continuo in digressioni, citazioni, impennate grottesche; e il lettore ha l’impressione di trovarsi di fronte ad un magmatico romanzo di formazione. Il romanzo dunque non manca di toni tragici, e qua e là, ha note calme e distese d’ironia; ma a caratterizzarne il complesso è l’infiammazione del grottesco nato da un’ideologia concepita come violenza sull’uomo e degradazione della spiritualità migliore, ossia l’arte, contrapposta al conformismo e all’inezia morale. Il ritmo della narrazione è generalmente agile, la lingua è semplice, affabile e senza fronzoli.
Francesco Sasso

http://retroguardia2.wordpress.com/2011/08/31/un%E2%80%99ideologia-concepita-come-violenza-sull%E2%80%99uomo-e-degradazione-della-spiritualita-claudio-morandini-rapsodia-su-un-solo-tema-colloqui-con-rafail-dvoinikov/

Nessun commento: