sabato 17 dicembre 2011

"Il sangue del tiranno": la lettura di Umberto Rossi

Umberto Rossi ha scritto oggi sulla pagine del gruppo fb "VIL - Vita in Lettere", https://www.facebook.com/groups/VitainLettere/:

Mi sto leggendo il compattissimo Il sangue del tiranno di Claudio Morandini. Amaro come il fiele. Vero come un referto medico. Ma soprattutto, mentre lo leggo vedo il film. Pagina dopo pagina. E' già una sceneggiatura. Riesco quasi a vedere gli attori. Servillo nella parte del protagonista. Vi risparmio il resto del cast. Claudio ha scritto un capolavoro della commedia all'italiana quella vera, che ridi ma ti lascia l'amaro in bocca per due giorni. Solo un problema: ma chi diavolo lo fa, il film?

Non mi resta che ringraziare Umberto, che su "Pulp" aveva già scritto cose egregie di "Rapsodia" e de "Le larve", e aspettare che finisca la lettura.

Nessun commento: