sabato 27 settembre 2008

"Corpi caldi e bagnati" (dal "Quarto sgambetto", 1990-91)

SCENA VII – UOMO 1, UOMO 2 (di seguito)
UOMO 2 Che è successo?
UOMO 1 Se ne è andata. La sventola se ne è andata.
UOMO 2 Si sta rivestendo, lì fuori. Maledizione, non poteva stare zitto? L’ha spaventata!
UOMO 1 Io? Ma mi faccia il piacere, che se ne stava a mezzo metro da lei a penzolare come… come…
UOMO 2 Io almeno penzolo. Lei invece…
UOMO 1 Cosa insinua, ancora?
UOMO 2 Niente, niente. Però la sventola guardava me, non certo lei.
UOMO 1 Ma… ma… se ho più muscoli io in un dito che lei in tutto il corpo!
UOMO 2 Come se fosse questione di muscoli. È invece una questione di civiltà, di cultura…
UOMO 1 Ma la smetta!
UOMO 2 … Di gusto, di charme…
UOMO 1 Mi sa che qui dentro il ricchione è lei.
UOMO 2 Ora basta. Tutto ha un limite. Signorina! Si fermi!
(Porta che si apre e si chiude. Cessa il ronzio)

Nessun commento: