martedì 23 settembre 2008

"Nora e le ombre": le fonti - 1b


Dimenticavo questa. Si osservi come il velo di noia steso sulla misteriosa profondità dello sguardo contraddica la leziosità della messa in scena. La Cameron è una indagatrice di sguardi sempre, anche nei magnifici (e celebri) ritratti di grandi barbuti del suo tempo, Darwin, Tennyson...

3 commenti:

fb ha detto...

Sguardi, questi, che trovo splendidamente sostenuti dall'Andante dell'Op. 20, "Partita", della Vítězslava Kaprálová... Conosci?
Sorrisetto.

Claudio Morandini ha detto...

Fammi provare... Sì, funziona alla perfezione! E a proposito della Kaprálová, voglio parlarne, tra un po'. E anche della Grazyna Bacewicz. Conosci?

fb ha detto...

Ahi, ahi, ahi. Mi manca.
(e visto l'odierno profluvio di avverbi...)
Imperdonabilmente.
Va', ripara!