martedì 14 ottobre 2008

"Le larve": altre recensioni

Altre recensioni de "Le larve" sono comparse in questi giorni sulla rete. Barbara Baraldi, su "Milano nera", http://www.milanonera.com/?p=1412, del mio romanzo ha colto benissimo il lato buio e folle, da gotico rurale: "Campagne desolate, buio che inghiotte e nasconde peccati e peccatori, fango e paludi, dove strisciano creature fameliche e la terra. Una terra che accoglie tra le viscere larve affamate ma anche uomini stravolti dai languori primordiali. La terra come madre a cui tutto fa ritorno. “Le larve” è un racconto di formazione che procede con salti temporali tra passato, presente e guizzi come schegge provenienti da un futuro poco rassicurante."
Anche Carlotta Vissani, su "Mangialibri", http://mangialibri.com/?q=node/2938, sottolinea la natura gotica e enigmatica del romanzo.

Nessun commento: